12.04.2019

Un altro Grand Tour – Mobilità, identità e resistenza nella ricerca degli artisti e architetti oggi

Runder Tisch

Tavola rotonda con Maria Rebecca Ballestra, Peter Benson Miller e Jacopo Costanzo.

In conclusione al convegno di studi  "Dopo il Grand Tour Riferimenti | Revisioni | Ritorni" , questa tavola rotonda, promossa all’interno della Research Initiative Rome Contemporary della Bibliotheca Hertziana, propone un dialogo tra figure professionali dell’arte e dell’architettura tra loro diverse ma complementari.
Temi quali la transizione, l’ubiquità e la site specificity nella prassi di artisti e architetti contemporanei saranno analizzati in riferimento a parametri locali e transnazionali, nonché in relazione alle tendenze di una globalizzazione economica della società attuale. A tal proposito le pratiche creative del nomadismo, del viaggio e della residenza d’artista saranno indagate, mettendo in atto una riflessione critica sui processi di formazione, professionalizzazione e finanziamento del sistema delle arti. Verrà inoltre affrontata la questione dell’identità del territorio come fulcro della teoria e progettazione dell’architettura contemporanea.
In conclusione alla tavola rotonda saranno presentati e discussi alcuni lavori degli artisti e architetti partecipanti.

Organizzazione scientifica e moderazione: Giorgia Gastaldon e Anne Scheinhardt

In collaborazione con: Rome Art History Network, Accademia Nazionale di San Luca, Università degli Studi "Tor Vergata"

Ulteriori informazioni
Giornata di studi: Dopo il Grand Tour - Riferimenti | Revisioni | Ritorni - IX. Studientag der Reihe "Grand Tour del Terzo Millennio"

Veranstaltungsort /Address/Indirizzo

Villino Stroganoff
Via Gregoriana 22
00187 Roma

Kontakt
Anna Paulinyi
+39 0669 993-227
paulinyi(at)biblhertz.it

Veranstaltungsdetails

Freitag, 12. April 2019
18.00 Uhr

Maria Rebecca Ballestra

...è un’artista visiva la cui ricerca è basata da diversi anni su pratiche nomadiche di indagine della contemporaneità. Il suo lavoro è incentrato su un’analisi di processi e codici politici, ambientali ed etno-culturali. Molti dei suoi progetti a lungo termine, quali Journey into Fragility, Labrys ed Echoes of the Void, sono concepiti in tappe e basati su viaggi e residenze d’artista, tra cui Signal Fire (USA), Cambridge Sustainable Residency (UK), Transnational Culture (Brazil), Sunhoo Industrial Design Innovation Park (China), Sowing Seed (India) e Taipei Artist Village (Taiwan).

Peter Benson Miller

… è uno storico dell’arte e curatore, attualmente Andrew Heiskell Arts Director all’American Academy in Rome. Si è dottorato all’Institute of Fine Arts della New York University e ha collaborato con numerose istituzioni quali il Musée d’Orsay, il Drawing Center di New York, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. Ha all’attivo molte pubblicazioni scientifiche tra cui la monografia Philip Guston, Roma, pubblicata nel 2010 in occasione della relativa mostra al Museo Carlo Bilotti di Roma.

Jacopo Costanzo

… è un architetto, PhD candidate e co-fondatore dello studio d’architettura Warehouse of Architecture and Research (Roma, 2013), specializzato in progetti architettonici, consulenze urbanistiche, allestimenti museali, ricerche nel campo pubblicitario. Jacopo Costanzo ha partecipato e vinto competizioni nazionali e internazionali. Ha curato la mostra itinerante Re-Constructivist Architecture (New York, Roma, Londra, Bruxelles). È autore del libro di prossima pubblicazione Aldo Rossi in New York.