11.12.2017

Effetto Overbeck: arte nazarena e la fondazione di un'eredità cattolica globale

Vortrag von Stefano Cracolici

All’indomani della sua conversione al cattolicesimo e conseguente adesione alla politica artistica di Pio IX (1846-1878), l’arte di Friedrich Overbeck assunse una valenza militante che poco si adattava all’immagine romantica del monaco-pittore. Di quel papa e di quella politica, volta a ribadire il ruolo universale della Chiesa, a espandere la sua missione sacra nel mondo, a rifondare in senso sempre più romano la propria eredità culturale, Overbeck e la sua scuola diventarono i più fervidi interpreti. Il fenomeno nazareno si distilla così in uno stile politico pronto ad agire come matrice artistica per la diffusione nel mondo di un’eredità cattolica romana. Fuori delle ristrettezze ideologiche del romanticismo tedesco, l’arte di un Rohden, un Hoffmann, un Seitz, ma anche di artisti meno noti e non necessariamente tedeschi, venne usata per la creazione di zone di prestigio devozionale da fruirsi ormai a livello globale: in Inghilterra, Francia, Spagna, Québec, negli Stati Uniti e finanche nel Messico, per restare agli esempi che verranno qui esposti.

Veranstaltungsort /Address/Indirizzo

Villino Stroganoff
Via Gregoriana 22
00187 Rom

Kontakt
Anna Paulinyi
+39 0669 993-227
paulinyi(at)biblhertz.it

Veranstaltungsdetails

Montag, 11. Dezember 2017
18.00 Uhr

Stefano Cracolici

... (PhD Toronto, MD Freiburg) dirige il Zurbarán Centre of Spanish and Latin American Art a Durham University; ha lavorato a Dartmouth College e alla University of Pennsylvania; è stato fellow della British Academy e del Getty Research Institute. Si è occupato di umanesimo cortigiano, di Settecento arcadico, e di arte romana dell’Ottocento. È nel comitato di selezione della Villa I Tatti.