23.10.2018

Legare, misurare, attraversare – Un'ipotesi di risignificazione dello spazio espositivo nella Roma degli anni Settanta

Research Seminar mit Luigia Lonardelli

Presentazione

La Roma degli anni Settanta è costellata da episodi espositivi nati all'interno di spazi privati e in luoghi pubblici non designati all'arte e destinati ad ospitarla per scelte spesso non permanenti o semplicemente incidentali. Guardare a questi spazi come fossero opere aiuta a decifrare una storia alternativa, e successiva, alla mitografia che accompagna il decennio Sessanta. Molti di questi interventi vedono una presenza dell'artista che si fa latore di una funzione sacralizzante: attraverso atti semplici e ripetuti – legare, misurare, attraversare – lo spazio dell'arte subisce un processo di rifondazione e di verifica che non può fare a meno di confrontarsi con la natura storica e stratificata della città. In stretta relazione con le esperienze teatrali e performative che vivacizzano la vita culturale di questi anni, lo spazio si fa grembo, terreno da coltivare, area di gioco e di discussione. Tutti tasselli di una narrazione, a tratti frammentaria, che ricompone le traiettorie degli artisti e dei gruppi operanti a Roma in questo decennio.

Wissenschaftliche Organisation: Maria Bremer 

Veranstaltungsort /Address/Indirizzo

Villino Stroganoff
Via Gregoriana 22
00187 Rom

Kontakt
Anna Paulinyi
T: + 39 06 69993 227
Email: paulinyi@biblhertz.it

Veranstaltungsdetails

Dienstag, 23. Oktober 2018
11.00 Uhr

Luigia Lonardelli

... è dottore di ricerca in Storia dell’arte. Ha collaborato con la Direzione per l’Arte Contemporanea del Ministero dei Beni Culturali per la promozione dell'arte italiana, dal 2010 lavora come curatore al MAXXI-Museo nazionale delle arti del XXI secolo.